John-Phillips-Anna-Magnani-in-trattoria-1963SiamTorino, 9 ottobre 2015 – Oltre 400mila euro il realizzo complessivo della prima asta Bolaffi di fotografia, composta da 284 lotti. Nel cuore di Milano, un affollatissimo Spazio Bigli ha fatto da sfondo al debutto della maison torinese nel nuovo settore.
I due lotti con i realizzi più alti hanno totalizzato la stessa cifra di 17.500 euro: si tratta del raro insieme di scatti ottocenteschi di soggetto cinese di Lai Afong, la cui base d’asta era 2.000 euro, e la celeberrima serie del taglio di Lucio Fontana nel suo svolgimento, firmata da Ugo Mulas, che partiva da 3.500 euro. Sono state aggiudicate, invece, a 13.750 euro “Moon and Half Dome, Yosemite National Park” di Ansel Adams, e a 6.000 euro − dodici volte la sua base d’asta (500 euro) − l’intenso ritratto di Anna Magnani sullo sfondo di una trattoria romana mentre legge la notizia dell’assassinio di Kennedy, firmato da John Phillips. Hanno visto molti rilanci anche le opere di Luigi Ghirri, in particolare “Cartolina” che, partendo da 1.500, è stata battuta a 10mila. Tra gli altri risultati importanti figurano, inoltre, gli scatti di guerra di Robert Capa e i paesaggi di Franco Fontana. L’ad del gruppo Bolaffi, Filippo Bolaffi, ha dichiarato: «Sono molto soddisfatto di questo debutto e all’ottimismo iniziale, dopo questi risultati, posso aggiungere la certezza che adesso anche Aste Bolaffi, a tutti gli effetti, fa parte di un ristretto gruppo di selezionate case d’asta internazionali che trattano questo interessante settore». Alla vendita hanno partecipato numerosi collezionisti italiani, che si sono dati battaglia per aggiudicarsi i lotti più ambiti, ma anche fotografi professionisti, mercanti e rappresentanti delle istituzioni culturali. Fra il pubblico tanti i curiosi che si sono affacciati in sala per assistere anche solo per pochi minuti alla contrattazione, o osservare i lotti ancora esposti e in attesa di essere rimossi, incartati e consegnati ai nuovi proprietari. Linee sempre occupate per le offerte telefoniche in particolare da Francia, Svizzera, Germania e Stati Uniti. Molto attivi anche gli offerenti via web. Tuttavia, è stata la sala a determinare il successo della vendita, segno che gli operatori considerano di buon auspicio per la crescita di interesse dei collezionisti nostrani per il segmento moderno della fotografia.

Qui tutti i realizzi http://www.astebolaffi.it/fotografia/ L’uso delle foto è esclusivamente finalizzato alla diffusione delle informazioni relative all’asta Bolaffi di Fotografia che si terrà a Milano, l’8 ottobre 2015 ore 15 presso lo Spazio Bigli, in via Bigli 11/a.

Ufficio stampa Gruppo Bolaffi, pressoffice@bolaffi.it +390115576390 +393463807760 www.bolaffi.it

BaninoASSEMBLEA DEI SOCI ED ESITO VOTAZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
Si è svolta il 26.09.2015 l’Assemblea Elettiva dei Soci per il rinnovo della Direzione della nostra Associazione a San Colombano nei locali messici a disposizione dal Circolo Filatelico Banino, nostro associato e che ringraziamo, avuto in uso dalla locale Banca Centro Padana in occasione della celebrazione dei tradizionali festeggiamenti per la Festa dell’Uva. Qui, cari amici il vino è molto buono…….pensate che veniva il grande Francesco Petrarca a……gustarlo..! Il presidente uscente ha fatto il resoconto delle attività svolte in questo triennio, di fronte ad una platea di parecchi soci. I consiglieri uscenti hanno fatto la loro relazione delle attività svolte, ognuno per quanto di competenza. Il segretario Greppi ha illustrato il bilancio che risulta in sostanziale pareggio. Contemporaneamente due soci del Circolo Banino, hanno eseguito lo spoglio delle schede ricevute.Il consigliere Barducci ha fatto resoconto del sito e del profilo Facebook.

RISULTANO ELETTI
Consiglio Direttivo Sig.ri R. D’Agata, I. Greppi, G.F. Poggi, C. Barducci, I. Lavagna, A. Milinazzo, D. Taglietti

Revisori dei conti: Sig.ri I. Greppi, G. Airoldi, A. Rialdi

Probiviri: Sig.ri F. Fanci, C. Rialdi, P. Moscotto

Subito si è indetta l’Assemblea del Nuovo Consiglio del Direttivo per l’Elezione del Presidente ed è stato riconfermato all’unanimità il presidente uscente Rosario D’Agata. Il nuovo Consiglio direttivo è stato aggiornato al 14.10.2015 per il conferimento degli incarichi e la discussione degli obiettivi per il prossimo triennio.

Pubblicato il 07-10-2015
Argomento: (News) di info@cifo.eu

quirinale[1]Comunicato stampa
Giorni e orario di apertura della mostra “La Grande guerra. La liberazione. Cento gemme della filatelia italiana”, Roma, Quirinale, 15-28 ottobre 2015
Ad integrazione di quanto già comunicato, la mostra verrà inaugurata il giorno 15 ottobre con una inaugurazione pubblica alle ore 15,30 e quel giorno sarà possibile accedere alla mostra solo per la presentazione. I filatelisti interessati potranno prenotarsi per la presentazione, sino ad esaurimento dei posti disponibili, scrivendo a info@fsfi.it. La mostra sarà poi liberamente aperta al pubblico a partire dal giorno 16, con orario 10-18 (lunedì chiuso) e sino al 28 ottobre. L’ingresso è libero, e soggetto a prenotazione anticipata sul sito del Quirinale, al link che sarà attivo dalla settimana prossima, oppure direttamente al momento dell’arrivo. In questo caso i visitatori passeranno all’Infopoint (situato sul fronte dell’ingresso laterale del Palazzo) che gestisce ogni genere di ingresso a Palazzo versando una prevista quota di 1,50 euro. Ciò è stabilito come regola generale per ogni evento espositivo organizzato dentro il Palazzo. All’interno della mostra sarà sempre aperta una postazione di Poste Italiane, dotata di francobolli e dei consueti prodotti filatelici, nonché di due annulli speciali: uno primo giorno, l’altro in uso per tutta la durata della mostra. Per i collezionisti che non accederanno il primo giorno, presso la postazione sarà possibile raccogliere prenotazioni per commissioni marcofile, in modo da poter ottenere il bollo primo giorno per tutta la durata della mostra.
Federazione fra le Società Filateliche italiane

manzanti2Una nuova pioggia di medaglie pregiate che riportiamo nell’ordine: Sergio Castaldo Oro, Claudio Ernesto Manzati Oro Grande, Giovanni Nembrini Oro Grande ed Oro, Giorgio Palumbo Vermeil Grande, Vinicio Sesso Vermeil Grande, Franco Trentini Argento Grande, Carlo Vicario Oro e Vermeil Grande, sono state conquistate a Martinengo da associati del CIFO che impreziosiscono il Palmares dell’Associazione. E tra due settimane a Firenzefil la possibilità di replicare.

Scarica il file pdf del Palmares degli associati al CIFO QUI

Pubblicato il 01-10-2015
Argomento: (News) di info@cifo.eu

AlfanoA20151001AlfanoB2015100

E’ dopo la lunga discussione estiva su tariffe e servizi postali, oggi è stato il giorno d’avvio del nuovo servizio di Posta Priority Internazionale denominata Posta 1 per l’interno.

Puntualissimo all’apertura alle 8.20 delle Poste Centrali di Monza in Corso Milano mi sono affacciato allo sportello filatelico dove Antonio Alfano che da molti anni serve con cura e dedizione i filatelisti della Brianza è rimasto sorpreso nel vedermi, in quanto dopo 25 anni di costante presenza nei giorni d’emissione dei nuovi francobolli, gli ultimi anni mi hanno tenuto lontano da questo sportello filatelico e quindi dal suo cortese e sorridente “Buon Giorno Dottò”. Le informazioni in suo possesso sull’uscita dei 4 francobolli dedicati a questo servizio e sulla modalità di inoltro erano scarse ma ben presto sotto la mia insistenza per la fretta di raggiungere un cliente, riusciva rapidamente a recuperare le informazioni ed i documenti utili all’agognato inoltro nel Primo giorno di questa nuova forma di servizio postale accellerato. Allo sportello erano disponibili in grande quantità le ricevute sia per l’interno che per l’estero, mentre alla cassa centrale i francobolli erano disponibili in un unico foglio per tipo. Mentre mi accingevo ad affrancare le missive preparate la sera prima, ricevevo un SMS dall’amico Francesco Projetto, che da Palermo dall’Ufficio Filatelico Centrale, lamentava la disponibilità di solo due dei quattro francobolli costituenti la serie. Quella di Francesco non era che l’ultima segnalazione di cattiva distribuzione dei francobolli a Palermo a tal punto che con uno sconsolato….”è proprio ora di smettere” mi salutava cordialmente. Continuando nell’affrancatura delle buste, a causa della mancanza del valore nominale sui francobolli e con l’indicazione geografica: Zona1, Zona2 e Zona3 per l’Europa e bacino del Mediterraneo la prima, Africa, America ed Asia la seconda ed Oceania la terza, di piccolissime dimensioni, rispetto alla A che capeggia in alto a destra del francobollo per l’interno ed a sinistra per i tre per l’estero, mi induceva ha commettere qualche errore nell’affrancatura. Non so quanto questa scelta grafica di differenziazione così poco evidente, possa trovare il favore degli utenti, come anche la similitudine dei foglietti per l’interno ed estero recanti l’etichetta con il codice puntinato che ne permetterà la tracciabilità, che invece in passato, ben si differenziavano per il colore bianco per l’interno ed ocra più o meno intenso per l’estero. Da segnalare invece la perfetta funzionalità del servizio informatico di accettazione, che immediatamente ha evidenziato l’uso improprio di un etichetta per l’interno che ricordo; inizia con la numerazione 2IUPxxxxxxxxxx mentre quella per l’estero con 5IUPxxxxxxxxxx. Questo fortissima similitudine dei due foglietti, rappresenterà un ulteriore causa di confusione ed errori. Nel pomeriggio mi sono confrontato con la redazione di Vaccari News giungendo alla conclusione che ancora una volta, nonostante il grande anticipo con cui questo nuovo servizio è stato programmato il risultato finale non è tra i più brillanti, informazioni scarse agli sportelli, indicazione sul foglietto di non rimuovere l’etichetta dal supporto quando invece il servizio può essere realizzato anche imbucando una lettera opportunamente affrancata e regolarizzata dalla presenza del codice puntinato che dovrebbe essere lavorata dai CMP senza dover necessariamente passare da uno sportello postale. Per dovere segnalo che da regolamento i francobolli vengono annullati allo sportello, mentre non è concessa la bollatura del foglietto. Al momento non abbiamo ancora indagato la modalità di scarico dell’ap per la tracciatura dell’invio, cosa che approfondiremo nei prossimi giorni. Per il momento credo sia abbastanza quanto abbiamo affrontato per riuscire ad effettuare un inoltro…Prioritario! Claudio Ernesto Manzati

Nell’immagini in alto alcuni momenti della prima bollatura di inoltri di Posta Priority – Monza 01 ottobre 2015 ore 8.55

Pubblicato il 30-09-2015
Argomento: (News) di info@cifo.eu

MANIFESTO_PECETTO
Si sono concluse le attività afferente la manifestazione filatelica a concorso CIFO@Net 2015 superata ogni più rosea aspettativa. Come emerso dal Verbale di Giuria, alto il livello sia dei partecipanti che delle collezioni messe a concorso. Il settembre filatelico ha scaricato una pioggia dorata sull’evento. Si sono distinti come vincitori dei premi speciali Franco Rigo che ha conquistato il “Gran Premio Giovanni Riggi di Numana” per la migliore collezione in assoluto e Giovanni Nembrini vincitore del “Gran Premio CIFO” per la migliore collezione a concorso di un associato al CIFO. Alta, anzi stratosferica la partecipazione on-line del pubblico, anche non strettamente filatelico. Superata quota 1.200 votazioni valide che hanno evidenziato non solo una attenzione per un settore di nicchia come il nostro ma anche una partecipazione massiva anche dall’estero. Per quanto riguarda la classifica on-line di gradimento, già comunicati il 1° di settembre u.s. ricordiamo che sono stati i seguenti:
1^ Djana Isufaj
2^ Sergio Castaldo
3^ Stefano Finotti

Ricordiamo che le premiazioni e la consegne dei diplomi e delle medaglie a tutti i partecipanti al concorso è prevista per sabato 3 ottobre p.v. alle 11.00 presso l’aula consiliare del Comune di Pecetto Torinese. Un ringraziamento va alla Segreteria ed alla Giuria per il meticoloso lavoro svolto, ed a tutti coloro che con spirito associativo hanno, sotto la guida e lo sprono del Presidente Manzati, reso possibile la riuscita dell’evento. Attendendo nuovi ed inaspettati scenari nel panorama filatelico nazionale per la competizione CIFO@Net 2015, un arrivederci all’anno prossimo.

Sergio Mendikovic – Coordinatore del Concorso

Scarica il file pdf con il verbale completo della giuria cliccando QUI Risultati CIFO@Net 2015

Pubblicato il 22-09-2015
Argomento: (News) di info@cifo.eu

06115 F LEONARDO DA VINCI A.jpg06215 F LEONARDO DA VINCI A Z1.jpg06315 F LEONARDO DA VINCI A Z2.jpg06415 F LEONARDO DA VINCI A Z3.jpg

Il Ministero dello Sviluppo Economico emetterà, il giorno 1 ottobre 2015, quattro francobolli ordinari appartenenti alla serie “Leonardesca” relativi alle tariffe A, Azona1, Azona2 e Azona3, con i seguenti segni convenzionali: A = Posta Prioritaria tariffa per l’interno primo scaglione di peso
Azona1 = Posta Prioritaria tariffa per l’estero Zona 1 primo scaglione di peso
Azona2 = Posta Prioritaria tariffa per l’estero Zona 2 primo scaglione di peso
Azona3 = Posta Prioritaria tariffa per l’estero Zona 3 primo scaglione di peso

I francobolli sono stampati a cura dell’Officina Carte Valori dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in calcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente; grammatura: 90 g/mq; supporto: carta bianca, autoadesiva Kraft monosiliconata da 80 g/mq; adesivo: tipo acrilico ad acqua, distribuito in quantità di 20 g/mq (secco); formato carta: mm 40 x 24; formato stampa: mm 36 x 20; formato tracciatura: mm 48 x 30; colori: due più inchiostro di sicurezza, e precisamente:





• francobollo relativo alla tariffa A: nero, blu concentrato e inchiostro di sicurezza rosso porpora metallizzato;
• francobollo relativo alla tariffa Azona1: nero, terra di Siena e inchiostro di sicurezza verde smeraldo metallizzato;
• francobollo relativo alla tariffa Azona2: nero, verde smeraldo e inchiostro di sicurezza rosso bandiera metallizzato;
• francobollo relativo alla tariffa Azona3: nero, rosso porpora e inchiostro di sicurezza blu concentrato metallizzato;

dentellatura: 11 effettuata con fustellatura; fogli: ciascun foglio, di formato cm 30 x 33, contiene 50 esemplari di francobolli fustellati a dentellatura 11, recanti tracciature orizzontali e verticali del supporto siliconato per il distacco facilitato di ciascun esemplare di francobollo dal proprio supporto.

Note: la fotografia raffigurante il disegno di Leonardo da Vinci, Le proporzioni dell’uomo secondo Vitruvio, da cui è stata ricavata l’incisione è di proprietà dell’Archivio fotografico del Polo Museale del Veneto; l’opera è stata riprodotta su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali.
Le vignette entro la medesima impostazione grafica, raffigurano disegni di Leonardo da Vinci, e in particolare:
• francobollo relativo alla tariffa A: un particolare del disegno di Leonardo da Vinci, Le proporzioni dell’uomo secondo Vitruvio, esposto al Gabinetto dei disegni e stampe delle Gallerie dell’Accademia di Venezia;
• francobollo relativo alla tariffa Azona1: vite aerea, precursore dell’elicottero, particolare del Manoscritto sulle macchine volanti, esposto nella Bibliotheque de l’Institut de France di Parigi;
• francobollo relativo alla tariffa Azona2: progettazione di un’ala meccanica, particolare del Codice Atlantico esposto nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano;
• francobollo relativo alla tariffa Azona3: balestra gigante, particolare del Codice Atlantico esposto nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano.

In ognuna delle vignette, entro una banda in basso, è ripetuta, in microscrittura, senza soluzione di continuità, la dicitura “MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO”. Completano i francobolli la leggenda “LEONARDO DA VINCI”, le rispettive diciture “A”, “Azona1”, “Azona2”, “Azona3” e la scritta “ITALIA”. Bozzettisti e incisori: Rita Morena per i francobolli relativi alle tariffe A, Azona2 e Azona3; Antonio Ciaburro per il francobollo relativo alla tariffa Azona1.Progetto grafico: Angelo di Stasi.

Lo “Spazio Filatelia” di Roma sito in Piazza San Silvestro 20, utilizzerà, il giorno di emissione, i relativi annulli speciali realizzati da Filatelia di Poste Italiane.

I francobolli ed i prodotti filatelici correlati saranno posti in vendita presso gli Uffici Postali, gli Sportelli Filatelici del territorio nazionale, gli “Spazio Filatelia” di Roma, Milano, Venezia, Napoli, Trieste, Torino, Genova e sul sito internet www.poste.it.

LeonardescaQuasi in sordina l’uscita di una nuova “Serie Ordinaria” da impiegare per l’inoltro della posta tramite il nuovo “Servizio Prioritario”.
Il 1° Ottobre vedrà la luce con l’avvio delle Nuove Tariffe Postali una nuova serie ordinaria, le caratteristiche dei nuovi francobolli sono indicate nel decreto del 6 agosto u.s. ma l’immagine non ancora comunicata da Poste Italiane;il tema della serie richiamerà le opere di Leonardo da Vinci, qui a lato alcuni dei soggetti, che Sergio Mendikovic ha dedotto dal decreto del 6 agosto u.s. che vi riproduciamo integralmente qui di seguito. Si apre una nuova avventura filatelica con questa nuova serie “Leonardesca” ma che avrà pochissimi risvolti Storico Postali oltre l’uscita dei francobolli per i porti successivi al primo, oggetto di questa prima emissione. La ragione è molto semplice, in quanto i francobolli non avranno indicato il valore, ma saranno differenziati per porto e zona d’inoltro e quindi sempre validi anche in caso di cambio di tariffe. Questa scelta di poste Italiane, già attuata in passato da altre amministrazioni postali eviterà la giacenza di francobolli che necessitano d’integrazione con piccoli valori quando le tariffe postali vengono modificate, e quindi produrrà un notevole risparmio economico (nessuna necessita di stampare valori di piccolo taglio) migliorando anche il flusso di cassa determinato dagli inventari di francobolli in giacenza.

DECRETO 6 agosto 2015 – Gazzetta Ufficiale n°216 del 17.09.2015
È autorizzata l’emissione di quattro francobolli ordinari serie «Leonardesca» relativi alle tariffe A, Azona1, Azona2 e Azona3. La stampa è a cura dall’Officina Carte Valori dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in calcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente; grammatura: 90 gr/mq; supporto: carta bianca, tipo autoadesivo Kraft monosiliconata da 80 gr/mq; adesivo: tipo acrilico ad acqua, distribuito in quantità di 20 gr/ mq (secco); formato carta: mm 40 x 24; formato stampa: mm 36 x 20; formato tracciatura: mm 48 x 30; dentellatura: 11 effettuata con fustellatura; colori: 2 più inchiostro di sicurezza, e precisamente:
• francobollo relativo alla tariffa A: nero, blu concentrato e inchiostro di sicurezza rosso porpora metallizzato;
• francobollo relativo alla tariffa Azona1: nero, terra di Siena e inchiostro di sicurezza verde smeraldo metallizzato;
• francobollo relativo alla tariffa Azona2: nero, verde smeraldo e inchiostro di sicurezza rosso bandiera metallizzato;
• francobollo relativo alla tariffa Azona3: nero, rosso porpora e inchiostro di sicurezza blu concentrato metallizzato;
Bozzettisti ed incisori: Rita Morena per i francobolli relativi alle tariffe A, Azona2 e Azona3; Antonio Ciaburro per il francobollo relativo alla tariffa Azona1; progetto grafico: Angelo di Stasi.
Le vignette, entro la medesima impostazione grafica, raffigurano disegni di Leonardo da Vinci, e in particolare:
• francobollo relativo alla tariffa A: un particolare del disegno di Leonardo da Vinci, Le proporzioni dell’uomo secondo Vitruvio, esposto al Gabinetto dei disegni e stampe delle Gallerie dell’Accademia di Venezia (la fotografia da cui è stata ricavata l’incisione è di proprietà dell’Archivio fotografico del Polo Museale del Veneto; l’opera è stata riprodotta su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali);
• francobollo relativo alla tariffa Azona1: vite aerea, precursore dell’elicottero, particolare del Manoscritto sulle macchine volanti, esposto nella Bibliotheque de l’Institut de France di Parigi;
• francobollo relativo alla tariffa Azona2: progettazione di un’ala meccanica, particolare del Codice Atlantico esposto nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano;
• francobollo relativo alla tariffa Azona3: balestra gigante, particolare del Codice Atlantico esposto nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano.
In ognuna delle vignette, entro una banda in basso, è ripetuta, in microscrittura, senza soluzione di continuità, la dicitura «MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO». Completano i francobolli la leggenda «LEONARDO DA VINCI», le rispettive diciture «A», «Azona1», «Azona2», «Azona3» e la scritta «Italia».
Ciascun foglio, di formato cm. 30 x 33, contiene 50 esemplari di francobolli fustellati a dentellatura 11, recanti tracciature orizzontali e verticali del supporto siliconato per il distacco facilitato di ciascun esemplare di francobollo dal proprio supporto

Pubblicato il 22-09-2015
Argomento: (News) di info@cifo.eu

michelangelo


Il responsabile per la filatelia di Poste, Pietro La Bruna ha ritirato a Bruxelles il primo premio riconosciuto al Bel Paese per il miglior francobollo calcografico emesso nella Ue lungo il 2014. È il 70 centesimi con il David di Michelangelo







Il massimo riconoscimento ai “Grands prix de l’art philatélique”, ottenuto dall’Italia per la migliore produzione calcografica emessa l’anno scorso tra i ventotto Paesi Ue, non è la vera notizia, anche perché nota dal 22 aprile. Quella che si è fatta notare è la volontà di Poste italiane di valorizzare il riconoscimento, mandando alla premiazione il responsabile per la filatelia Pietro La Bruna. La scelta ha permesso, così, di porre l’attenzione sul 70 centesimi uscito il 23 marzo 2014 con il David di Michelangelo, per l’occasione reinterpretato da Antonio Ciaburro. La cerimonia si è svolta sabato 19 al municipio di Bruxelles.L’emissione -ha ricordato il rappresentante LaBrunaBruxel20150920dell’operatore- è stata inserita nella serie “Il patrimonio artistico e culturale italiano” ed intendeva commemorare i quattro secoli e mezzo trascorsi dalla morte dello scultore e pittore, richiamando la statua scolpita fra il 1501 e il 1504 ed ora conservata presso la Galleria dell’accademia a Firenze. Nel contesto, il Comune e la Fondazione casa Buonarroti hanno collaborato dando il via a festeggiamenti che hanno goduto anche dell’alto patronato assicurato dal presidente della Repubblica. Nel suo intervento, Pietro La Bruna ha citato poi due novità di questi mesi: l’omaggio da 0,80 euro dell’11 giugno alla Juventus con il codice “Qr” che permette di raggiungere contenuti multimediali, “una piccola grande rivoluzione che consente al francobollo di entrare nell’era moderna, l’era tecnologica che ormai noi tutti viviamo ogni giorno. Un sistema che, pur non intaccando la tradizione filatelica, rende il francobollo sicuramente un prodotto più accattivante e dinamico”. Quindi l’imminente “Leonardesca”, attesa per l’1 ottobre. È priva di valore facciale, poiché sostituito dall’indicazione del servizio cui il singolo esemplare è destinato. “Ciò permetterà di eliminare l’accumulo di giacenze di cartevalori nel caso di cambi tariffari”. Fra circa due settimane debutteranno i primi quattro tagli, a rappresentare lo scaglione base di altrettante zone tariffarie: Italia (costo: 2,80); Europa e Mediterraneo (3,50); Africa, America ed Asia (4,50); Oceania (5,50).

Pubblicato il 19-09-2015
Argomento: (News) di info@cifo.eu

image11image13image20
Nella mattinata odierna, sono state svolte tre presentazioni: Claudio Ernesto Manzati sulla serie ordinaria delle Donne nell’Arte, Stefano Proserpio su uno studio preliminare sull’uso dei Francobolli Ordinari sui moduli per affrancature cumulative e la terza ed ultima presentazione da parte di Nicola Luciano Cipriani ha riguardato un’analisi ulteriore dell’articolo di recente pubblicazione sulla rivista Collector’s Club Philatelist, sull’emissione del francobollo di Posta Aerea con sovrastampa da 15 Piastre di Costantinopoli. La sera precedente come preannunciato ha visto i partecipanti a conversare piacevolmente di filatelia davanti ad una tavola riccamente imbandita.Successivamente i partecipanti all’incontro denominato “Filatelia, Bistecche e Vino” hanno avuto modo di acquistare i due francobolli della serie ordinaria di Poste Italiane, da 15 centesimi ed 1,00 Euro (immagine in basso) presso l’ufficio postale di Follonica e dopo aver gustato la famosa “Pasta alla Carbonara” di Luciano (immagine in basso) hanno concluso la giornata visitando l’Esposizione e Convegno Filatelico di Empoli. I partecipanti si sono dati appuntamento per una prossima edizione, sempre presso l’agriturismo di Montecucco in primavera. Michele Caso

Scarica il pdf della presentazione di Claudio Ernesto Manzati dal titolo “Donne in Posta” cliccando QUI